• Mariasole Valentini

In ascolto dei bambini: la storia di un’ostrica e di una farfalla al tempo del Coronavirus.

L’ascolto dei bambini si può orientare in base a ciò di cui si presta attenzione; in questa particolare fase in cui il tempo è vissuto in casa, in cui le notizie in merito all’andamento della pandemia possono arrivare dirette, così come apprese da un notiziario, ma anche indirettamente cioè reinterpretare dagli adulti, dai genitori, è importante mettersi in silenzio, fare spazio ad un tempo da dedicare al proprio figlio e ascoltare che cosa vuole dirci, che vissuti sta vivendo, come comprende le informazioni e come queste si mescolano con il loro mondo interiore. Per fare ciò un genitore può avvalersi anche di piccoli strumenti adatti alle loro capacità e che facilitino la comunicazione, l’espressione e la rielaborazione di ciò che abita nel cuore di un bimbo: parole semplici, filmati, giochi, libri illustrati. A tal proposito un testo che permette sia la verbalizzazione dei vissuti emotivi del bambino, sia l’immedesimazione con i personaggi del testo ( che vivono un tempo di difficoltà), che l’apprendimento da parte del bambino stesso (ma anche dell’adulto) di autoconsapevolezza delle proprie emozioni e dei comportamenti utili a contenere le emozioni negative stesse, è La storia dell’ostrica e della farfalla: il coronavirus ed io” di Ana M. Gomez per EMDR, con libera diffusione, realizzato all’interno del progetto di condivisione di strumenti per la gestione della quarantena in età evolutiva.




La storia di un’ostrica e una farfalla che utilizzano alcune strategie per rispondere a ciò che capita sia dentro di sé che fuori, come certi eventi importanti e traumatizzanti; una di queste è il Butterfly Hug ovvero l’Abbraccio della farfalla di L. Artigas: il bambino è invitato a porre le braccia incrociate al petto con le mani aperte, con il palmo rivolto al petto, e a battere le mani in maniera da produrre il movimento alternato delle ali di una farfalla. Questo metodo prevede quindi un’auto-somministrazione di stimolazione bilaterale per la rielaborazione di materiale traumatico e la conseguente desensibilizzazione dell’ esperienza o del ricordo ad esso associato, per cui si avverte la sensazione di una minore percezione degli aspetti legati al trauma e quindi un minore senso di paura o fastidio associato ad esso.

Il testo è strutturato per facilitare anche spunti di consapevolezza legati alla sfera emotiva, cognitiva e somatica, con semplici esercizi guidati alla presa di coscienza delle emozioni che abitano dentro il bambino, dei pensieri e degli effetti che entrambi possono avere sul proprio corpo, soprattutto in questo periodo in cui vengono privati della loro routine scolastica, relazionale e affettiva: per questo, il bambino si trova a scoprire di possedere dei "normali poteri" che, se ben utilizzati, lo possono aiutare.


I "normali poteri" e il loro super utilizzo


Il potere di sentirci al sicuro permette di tenere lontano il coronavirus; il potere dell’ascolto permette di prendere contatto con i propri sentimenti e sentire cosa dicono; il potere della gentilezza ci aiuta ad avere compassione per i nostri sentimenti; il potere della scoperta dei nostri bisogni aiuta a cercare la soluzione più adatta; il potere del respiro, non affannoso ma più lento, permette di calmarci; il potere del dedicare tempo, per noi e per chi amiamo; il potere di fare squadra, quindi, di decidere chi far entrare come aiutante per superare le difficoltà, come una persona, un animale, un amico, un supereroe; il potere della danza della farfalla o del ballo del gorilla, con i quali riusciamo ad essere più sereni e a vivere il presente con minore paura; il potere del posto sicuro, nel quale rifugiarsi; il potere del canto, dei salti o dei balli, con cui ci distraiamo e facciamo cosa piacevoli; il potere dell’unità, cioè sapere di essere uniti attraverso i nostri cuori con le persone che amiamo.


Ricordiamo:

“siamo pieni di poteri speciali dentro di noi! Non siamo soli. Possiamo unirci ed usare tutti i nostri poteri come se fossero uno solo. Costruire le nostre ali [come la farfalla] e creare molte perle insieme [come l’ostrica]. Ora creiamo la canzone dell’ostrica e della farfalla e balliamo. Possiamo invitare tutti i nostri sentimenti perché, anche se siamo tristi e spaventati, possiamo ancora cantare insieme!”. (Gomez A. “La storia dell’ostrica e della farfalla: il coronavirus ed io”, diritto d’autore 2020).

 

CNOP Consiglio nazionale Ordine Psicologi, Guida anti-stress per i cittadini in casa, www.psy.it

Gomez A., 2020, “La storia dell’ostrica e della farfalla: il coronavirus ed io” , progetto di condivisione di strumenti per la gestione della quarantena in età evolutiva, EMDR.

Shapiro F. ,2001. Eye movement desensitization and reprocessing: Basic principles, protocols and procedures (second ed.). New York: Guilford Press

Shapiro F., Forrest M.S., 1998. EMDR. Una terapia innovativa per l’ansia, lo stress e i disturbi di origine traumatica. Casa Editrice Astrolabio, Roma

https://emdrresearchfoundation.org/toolkit/butterfly-hug


#inascoltodeibambini #bambiniecoronavirus #emdrecoronavirus #storiadellostricaedellafarfalla #gomez