• Mariasole Valentini

Giornata nazionale della psicologia 2020


La salute inizialmente considerata come assenza di malattia, successivamente attraverso il modello bio-psico-sociale completa la considerazione bio-medica aggiungendo anche una prospettiva più ampia di stato di benessere completo, quindi fisico, psichico e sociale; da ciò almeno tre condizioni possono essere prese in considerazione: l'assenza da parte del paziente di sintomi sia a livello biologico, fisiologico che biochimico; il sentimento di ben-essere ovvero di percezione dello stare bene personale, a livello comportamentale, affettivo e psicologico; non ultimo l'essere capaci da parte della persona di agire ed interagire con gli altri in maniera opportuna, quest'ultimo aspetto declinabile a seconda dell'impronta culturale di riferimento o delle differenti fasi appartenenti alle medesima cultura. A partire dagli anno '80 nasce una branca della psicologia che riveste il ruolo di ponte tra la psicologia stella e la medicina:la psicologia della salute. Il tentativo è quello di assumere un linguaggio più comune e una linea di orizzonte che possa prendere in considerazione la qualità della vita della persona e la promozione della salute stessa, in differenti ambiti tra cui quello della scuola, ad oggi maggiormente caro per chi si occupa di benessere, soprattutto in ambito educativo quindi appartenente al virtuoso mondo dei giovani.



 

Galimberti U., 2018, Nuovo dizionario della psicologia, Feltrinelli, Milano


#benessere #salutepsichica #dirittoallasalute2020